Cenni Storici

 

Il 13 ottobre 1994, per volontà di alcuni volontari del Gruppo Donatori di Sangue “Fratres” di S. Anna, è stata fondata la Compagnia Arco Storico Lucchese, allo scopo di aggregare i giovani del quartiere sia per sensibilizzarli al volontariato e alla donazione del sangue, sia per interessarli alle discipline, anche agonistiche, traenti origini dalle tradizioni e dalle vicende storiche della locale Comunità.

 

Il riferimento storico del Gruppo è quello legato a Sant’Anna; oggi è il quartiere il più popoloso della città ed è posto appena fuori le mura di Lucca, mentre nel 1599 la Contrada di Sant'Anna in Piaggia era a capo di una banda militare raggruppante 14 paesi e tra i suoi ruoli militari figuravano anche alfieri e tamburini, come riportato in diversi testi, tra cui una relazione del Prof. N. Laganà.

 

Inizialmente l’indirizzo storico del gruppo era nel settore dei musici e degli arcieri; successivamente l’interessi si volsero anche al “gioco della bandiera” e poco alla volta l’attività degli arcieri è andata a diminuire, fino a restare solo come figuranti.

 

Dal 1999 il gruppo è regolarmente iscritto alla Lega Italiana Sbandieratori (LIS), conquistando durante i Campionati Nazionali prestigiosi titoli, tra cui quello di “Migliore Compagnia LIS” (nel 2006) e dal 2000 la Compagnia Arco Storico Lucchese ha preso il nome di Gruppo Storico Sbandieratori e Musici “Contrada Sant’Anna in Piaggia”; oggi le principali attività sono quelle degli sbandieratori e dei musici.

 

Ricerche effettuate su antichi trattati del ‘400 e su dipinti dell’epoca, hanno permesso di scoprire che i colori delle divise erano il rosso mattone, il verde oliva ed il bianco; colori che ancora oggi vengono utilizzati per le divise e le bandiere del Gruppo Storico.

 

 

Dipinto di C. D. Lombardi (1682-1751), pittore Lucchese.

Si trova nella navata superiore della Chiesa di Sant’Anna.

La Formella

 

Il disegno riproduce la formella  proveniente dalla prima chiesa di S.Anna distrutta dall’alluvione del fiume Serchio nel 1447, ritrovata e custodita nel Museo Nazionale di Villa Guinigi di Lucca.
 

Il gruppo l’ha assunta come proprio simbolo insieme al cuore dei donatori di sangue.

 

 

Tra i vari libri e studi su S. Anna, segnaliamo i seguenti, che ne ripercorrono la storia fino ai giorni nostri:

 

-   Notizie storiche cronologiche sul quartiere di S. Anna – Lucca”, a cura di Citarella C., S.Marco Litotipo, Lucca, 1998.

 

-   “Notizie storiche cronologiche sul quartiere di S. Anna – Lucca. Seconda edizione (dal 1900 ai giorni nostri)”, a cura di Citarella C. e Citarella M., Tipografia Tommasi, Lucca, 2008.

 

-   M. Seghieri, “Le piagge di Sant’Anna nel suburbano di Lucca”, in “Rivista di Archeologia, Storia e Costume”, anno VII, n°3, Lucca, 1979.